Sviluppo dell'industria zolfifera nel XIX secolo zolfo di Sicilia

L'industria zolfifera siciliana nacque e si sviluppò in diretto collegamento con la moderna industria chimica europea, che, con le scoperte del grande chimico Lavoisier, moltiplicò la sua domanda di zolfo come materia prima. Agli inizi del sec. XIX da una domanda internazionale di poche migliaia di tonnellate si passò a milioni di tonnellate nel giro di qualche decennio.

Condividi questo articolo

zolfo di Sicilia zolfo di Sicilia - Macchinario arrugginito della miniera Trabonella di Caltanissetta

Macchinario arrugginito della miniera Trabonella di Caltanissetta - Foto di Vincenzo Santoro

Il settore zolfifero siciliano ebbe un incremento considerevole dopo il 1830 per l'espansione della domanda internazionale legata alla fabbricazione di acido solforico.

La Sicilia godeva del monopolio naturale dello zolfo (91%della produzione mondiale), quasi interamente destinato all'esportazione, perchè l'Italia era fornita dai giacimenti della Romagna e delle Marche, che si trovavano vicini ai luoghi di consumo. Le maggiori richieste provenivano dall'Inghilterra, dove i produttori di acido solforico avevano ottenuto la riduzione del dazio di entrata dello zolfo.

Le miniere attive, che nel 1830 erano 83 e producevano circa 15.000 tonnellate annue con un'occupazione di 1.300 operai, nel 1837 erano 182 con una produzione annua di 65.000 tonnellate ed un'occupazione di 65.000 operai. Il prezzo medio toccò la punta massima di 208 lire la tonnellata nel 1833.

L'industria chimica europea e quella americana e giapponese dipendevano esclusivamente dallo zolfo siciliano: Caltanissetta e Girgenti (Agrigento) erano il cardine del mercato chimico mondiale. Gli zolfi divennero la voce più consistente delle esportazioni isolane, mentre il volume delle spedizioni spostò l'asse portuale verso la costa sud-occidentale, dove nei porti di Licata e Porto Empedocle confluiva il commercio degli zolfi.

Il controllo del commercio zolfifero venne ad accentrarsi nelle mani di una quindicina di ditte inglesi, insediatesi in Sicilia nel periodo napoleonico (1806-1815), affiancate da ditte francesi, belghe, austriache. Avevano sede legale a Palermo le società inglesi Turner-Rose, Morrison, Wood, Ingham-Lowell; a Messina Sanderson e Mathey-Oates; a Catania Leaf e Co.; a Licata Frank e Ball. Le ditte francesi più importanti erano la Granet a Girgenti (Agrigento), la Donaudy e la Guilbert-Alaimo a Palermo. Vi era, poi, la Gardner e Rose a capitale misto anglo-americano.

La produzione era quasi interamente acquistata dalle industrie chimiche di Francia e Inghilterra, che detenevano il controllo del commercio zolfifero siciliano, dando al settore caratteristiche di sfruttamento coloniale. La dipendenza dell'industria dello zolfo dalle economie industriali europee causò la prima grande crisi di sovrapproduzione nel 1834; il trend si invertì ed i prezzi scesero a 154 lire la tonn. per giungere a 85 lire nel 1837. I produttori, infatti, incoraggiati dai lauti guadagni, avevano incrementato l'estrazione dello zolfo, aumentando, così, l'offerta, al punto che erano costretti a svenderlo.

organizzazione eventi in Sicilia

Organizza i tuoi eventi al centro della Sicilia e riscopri la cultura e la tradizione siciliana.

Il Casale di Emma è una splendida location per l'organizzazione di eventi a contatto con la natura.

Il luogo ideale dove organizzare:

Contattaci per chiedere maggiori informazioni sull'organizzazione del TUO evento

Il Casale di Emma

Chi siamo

La struttura

Le produzioni

Eventi al Casale

Cosa siamo

Villa per cerimonie

Centro congressi

Centro culturale

Locale per feste

Sala degustazioni

Museo contadino

Fattoria Educativa

Azienda Agri-Sociale

Orto botanico

Cosa fare nei dintorni

I paesi vicini

A piedi o in Mountain Bike

un'oasi al centro della Sicilia

Organizzazione feste, cerimonie, incontri di lavoro, eventi culturali, ludici e gastronomici.

Ottieni uno sconto del 10%. Scarica la guida e stampa il codice.

Ma quante cose puoi fare al Casale di Emma? Scarica la guida per vedere quali eventi è possibile organizzare ed ottieni un codice di sconto del 10% su tutti i servizi. Per sempre.

 

News

29/05/2016 - 

Secondo raduno fan siciliani dei Pink Floyd

Il prossimo 29 maggio il secondo raduno fan sic ...


02/07/2015 - 

Il Casale di Emma ottiene il logo Sicilia a Chilometro Zero

Il Casale di Emma è fiero di annunciare ...


25/06/2015 - 

Una nuova edizione per 'Io dormo da sola'

Esce oggi, in 300.000 copie, una nuova edizione ...


Leggi tutte le news

Iscriviti alla Newsletter

sarai informato su eventi culturali in Sicilia

Iscriviti alla newsletter
Tu sei qui: Home > L'industria mineraria dello zolfo in Sicilia > Sviluppo dell'industria zolfifera nel XIX secolo 
un'oasi al centro della Sicilia

Il Casale di Emma
Contrada Castello sn - 93010 Resuttano (Caltanissetta CL - Sicilia)
Fax. 0934 597211
Cell. 340 2110314 (Federica) - 338 9894525 (Marco) - 338 9687800 (Nino)
P. IVA 01413320852 - Contatti

realizzazione sito web: Cristian Michele Sena - Web Master e Graphic Designer
posizionamento sito web ai primi posti sui motori di ricerca a cura di: Cristian Michele Sena - Web Master e Graphic Designer

 
Regione Siciliana Comunità Europea

Progetto finanziato dalla Comunità Europea. Misura 311C Diversificazione dall'attività Agricola - Altre forme di diversificazione. PSR Sicilia 2007.2013.

chiamaci 338 9894525 - 340 2110314

oppure contattaci via email

Prenotazione eventi in Sicilia Il Casale di Emma è Eccellenza Rurale 2007-2013 logo delle fattorie educative

Pagina Facebook il Casale di Emma Guarda i nostri video su YouTube Pagina Google // Il Casale di Emma Presentazioni su Slideshare // Il Casale di Emma